Skip to content
Jul 16

Il CUP interroga la città

CUP sta per Center for Urban Pedagogy

Il CUP ha sede a New York e da oltre 10 anni è attivo in città. Nato come gruppo informale nel 1997, ha messo insieme nel tempo un  gruppo eterogeneo, fatto di designer, artisti, urbanisti, ricercatori, politici, operatori, etc, che si occupa di capire, lavorando insieme, come funziona la città e come si può viverla al meglio.

Loro stessi nel loro sito dicono: “Our work grows from a belief that the power of imagination is central to the practice of democracy, and that the work of governing must engage the dreams and visions of citizens”.

Il CUP lavora molto con le scuole e ogni anno, nell’ambito dei suoi Urban Investigation Programs, interroga la città insieme ai ragazzi su un tema nuovo (Where does our garbage go? Where does our water come from? Who built public housing?).

Supportati dallo staff CUP i ragazzi osservano, interrogano, approfondiscono un tema e producono un video, uno spettacolo, una rivista, un poster o qualsiasi altra cosa possa servire a comunicare quello che hanno appreso ad un pubblico più ampio.

I materiali che il CUP produce ogni anno sono dei veri e propri teaching tools pensati per un target specifico, che affrontano una questione specifica. La cosa vincente dei programmi del CUP è lo strumento che viene usato per diffondere il lavoro fatto e l’informazione! Poster, pamphlet, free press, curatissimi nei dettagli e accattivanti, diffusi ad ogni angolo della città.

Questo progetto che spiega ai venditori ambulanti della città i loro diritti e doveri, per svolgere al meglio il loro lavoro senza incorrere in multe o altri guai, ad esempio,  è stato esposto alla Trienale del Cooper Hewitt Design Museum.

Inutile dire che il materiale è curatissimo, ben progettato e mutlilingue (perchè i venditori ambulanti sono in gran parte stranieri)!

I lavori del CUP sono tantissimi e affrontano i temi più diversi di educazione civica, giustizia sociale, sostenibilità ambientale, e così via.

Io ne vorrei subito uno nella mia città! Quasi quasi ci provo, qualche volontario?

Fonte: http://www.fastcodesign.com

From → Uncategorized

No comments yet

Leave a Reply

Note: XHTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS